I migliori 10 segreti per diventare una brava uncinettara

// //
"uncinettara" termine coniato da poco ma rende veramente l'idea!

Tutte queste tecniche sono super facili e veloci da fare. Sono sempre sorpresa di scoprire come le piccole cose possono fare una grande differenza nell' uncinetto soprattutto per i principianti.
Questa lista ha alcuni dei suggerimenti all'uncinetto più utili e quindi cerchiamo di dare un'occhiata !

1_ ORGANIZZAZIONE DEL FILATO
Migliorare organizzazione ed archiviazione del filato è la cosa più semplice che si deve fare all'inizio perché questo ci permette anche di non perdere tempo infinito a sistemare un gomito completamente aggrovigliato.
Intanto sistemiamo i colori. A me questa soluzione piace tantissimo perché crea anche un bellissimo effetto arcobaleno. Altri suggerimenti su Handmade by Haniyyah

 
Il gomitolo quando si lavora deve essere tenuto testo e comodo e soprattutto non deve rotolare per tutta casa!
Una soluzione che trovo simpatica e all'insegna del riciclo è questa qui di seguito utilizzando delle bottiglie di acqua. Comodissimo se si devono creare delle lavorazioni multicolori. Qualora i gomitoli siano più grandi si possono usare anche le bottiglie del detersivo.
 
2_ABBINAMENTO DEI COLORI
Prima di ogni progetto, anche di uno semplice come una presina per cucina, per rendere il lavoro comunque più bello possibile, bisogna immaginarlo finito nella sua realizzazione.
 
3_CAMPIONE - CAMPIONE - CAMPIONE
Questo è un suggerimento per qualsiasi livello di conoscenza dell'uncinetto. Quando si inizia un nuovo progetto, testarlo prima di tuffarcisi. Fare un campione di 10 cm x 10 cm e svilupparlo nella dimensione desiderata. Il campione è anche una buona occasione per testare anche nuovi punti.
 
4_CONTARE LE RIGHE
Un contatore riga è utile per il conteggio delle righe e tenere il passo del vostro lavoro. Non ci sono contatori specifici per uncinetto, i più comuni sono quelli dei ferri da maglia.
 

Io però comunque appassionata di tecnologia preferisco qualcosa di più moderno. Si aggancia sull'indice si ha sempre il numero di righe sott'occhio


Se non si desidera acquistare un contatore, basta usare carta e matita!!!

5_CONTARE I PUNTI
Ahimè per chi non è ancora molto pratico di uncinetto bisogna dare un grosso avvertimento:
a lavorare questa tecnica bisogna contare e bisogna contare di continuo. Quindi se non sei una grossa appassionata/o di matematica direi che è meglio passare ad un altro hobby!
I punti devono essere contati perché ogni motivo ha la sua variante numeri / punti che poi si ripetono. Non parlo dei punti basici ma dei punti più elaborati. Questo naturalmente serve ad avere una buona riuscita del lavoro e se non vengono rispettati purtroppo al termine della lavorazione tutto sembrerà irregolare ed ondulato!

6_PARTECIPARE AD UN GRUPPO DI LAVORO
Quando ho iniziato io a lavorare l'uncinetto a parte mia nonna e un gruppo di comari direi che di gruppi non ce ne erano! Adesso invece organizzano tante iniziative per stare insieme e confrontarsi. Sono occasioni per conoscere e soprattutto per ispirarsi.
Un luogo comune di coloro che immaginano una donna lavorare a maglia o all'uncinetto è quello di vederla con il pigiama e la coperta sulle gambe....
Mito sfatato .... ci si incontra in tacchi a spillo e unghie pitturate :-)

7_LAVARE IL LAVORO
Nonostante siamo state bravissime ed abbiamo contato alla perfezione tutti i punti, quindi il nostro progetto terminato è impeccabile, la nostra mano però non lavora perfetta come una macchina pertanto alcuni punti sono più tesi di altri e possono sembrare irregolari.
Per ovviare a questo il lavoro deve essere immerso in acqua. Non va necessariamente lavato in lavatrice e centrifugato (dipende se volete fare un test di sopravvivenza!) ma basta tenerlo in acqua tiepida e muoverlo. Al termine va strizzato dentro un asciugamano e lasciato asciugare disteso sopra di esso. Se lo appendete, il lavoro si allungherà e deformerà!

8_NASCONDERE IL FILO
La caratteristica di questa tecnica è che si lavora praticamente su un doppio intreccio pertanto è un buon nascondiglio per il filo in caso di cambio di colore oppure al termine della lavorazione. Infatti se ci avete fai fatto caso una lavorazione all'uncinetto non ha mai fili volanti oppure nodi di giunzione.

9_TENERE LA POSTURA SOTTO CONTROLLO
Oltre al pigiama, copertina per le gambe e babucce, munitevi anche di un bel cuscino da inserire alla fine della schiena poggiato sulla sedia. Quando di lavora bisogna stare dritte e non chine sulle mani.
Se ci si stanca bisogna fare una o più pause. Evitate di lavorare ore ed ore, magari i tempo di un film è più che sufficiente.
Il male al polso è comunque normale perché si vanno a sforzare tendini di continuo in un movimento che non sarà comunque mai naturale nonostante anni ed anni di esperienza.
Se però qualcuno vuole adoperarsi per un bel massaggio alla mano...io non rifiuterei!

 
10_OVUNQUE
Ovunque e se dico ovunque vuol dire che il vostro lavoro può essere fatto veramente in ogni luogo, momento e situazione!
Perché è proprio vero che quando inizi a lavorare non vorresti più fermarti. Primo perché l'uncinetto ti rilassa e secondo perché non vedi l'ora di vedere il tuo capolavoro finito!
In fin dei conti hai un gomitolo ed un uncino che stanno anche in borsa.
Ho lavorato in spiaggia, davanti la tv, in macchina, sul treno, aereo e chi più ne ha ne metta!
Quindi cosa aspettare su...su ... diventa anche tu una brava "uncinettara"!